Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente
  
  

Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!

Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
domenica 10 dicembre 2017
  |   Accedi
Tutte le novità sulle cellule staminali del cordone ombelicale e la loro conservazione
Resta sempre aggiornato sulle novità dal mondo delle cellule staminali consultando periodicamente questa pagina o sottoscrivendo gratuitamente il feed rss che potrai anche includere nel tuo sito web.
News
Diversi studi clinici stanno esplorando l’effetto terapeutico delle cellule CD34+ umane nelle malattie ischemiche, incluso l'infarto miocardico. Sfortunatamente, la maggior parte delle cellule muoiono dopo pochi giorni dal trapianto. 

Continua a leggere
Il lisato del pool piastrinico umano (pHPL) è un'alternativa efficace agli integratori per l’espansione ex vivo delle cellule staminali mesenchimali (MSC) in studi clinici. Attualmente, l'eparina di maiale viene utilizzata in media per pHPL per prevenire la coagulazione. Sandra Laner-Plamberger e colleghi hanno cercato un metodo di preparazione di media efficace e riproducibile che eviti la formazione di coaguli omettendo eparina di derivazione animale.

Continua a leggere
Claudio G. Brunstein e colleghi hanno studiato la sicurezza e gli esiti clinici del trattamento di pazienti con cellule T-regolatorie derivate dal sangue del cordone ombelicale (UCB) espanse in coltura e stimolate con K562 per esprimere ad alta affinità il recettore Fc (CD64) e CD86, il ligando naturale di CD28 (KT64 /86).

Continua a leggere
La terapia cellulare rappresenta un grande potenziale per il trattamento dei disturbi neurologici. Le cellule derivate dal sangue del cordone ombelicale umano (hUTCs) hanno mostrato di avere effetti protettivi e rigenerativi in ​​modelli animali di ictus e di degenerazione della retina, ma i meccanismi terapeutici non sono ancora del tutto conosciuti. 

Continua a leggere
Terapie a base di cellule staminali mesenchimali stromali (MSC) hanno mostrato risultati promettenti nel trapianto allogenico, anche se i precisi meccanismi alla base della loro utilità sono ancora difficili da comprendere alla base degli studi clinici effettuati. Ping Chen e colleghi hanno precedentemente dimostrato che le MSC esercitano effetti immunomodulanti in cellule dendritiche (DC) messe in coltura dopo essere derivate dal midollo osseo di topo. 

Continua a leggere
Attualmente solo terapie sistemiche sono in uso per il trattamento dei pazienti affetti da forme gravi e potenzialmente letali di malattie autoimmuni (ADs) e raramente sono curative. Nel corso degli ultimi 15 anni, il trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche è stato portato avanti come possibile terapia per la cura di alcuni pazienti con forme gravi e refrattarie di ADs. 

Continua a leggere
La mielite da radiazioni è una complicazione piuttosto rara ma devastante che può avvenire a seguito di irradiazione terapeutica per il trattamento delle neoplasie, quando il midollo spinale è incluso nel campo di radiazione. I sintomi della mielite sono solitamente in ritardo e spesso appaiono dai 6 a 24 mesi circa dopo l'irradiazione. Finora, nessun trattamento è risultato soddisfacente.

Continua a leggere
L'infiammazione istigata dalla produzione di IL-17  è fondamentale per lo sviluppo e la patogenesi di diverse malattie autoimmuni umane e in modelli animali di autoimmunità. L'espansione di cellule produttrici di IL-17 da donatori sani si crede sia promossa da cellule staminali mesenchimali derivate dal midollo osseo fetale. 
Nel presente studio, cellule staminali mesenchimali derivate dal cordone ombelicale umano (hUC-MSC) sono state esaminate per i loro effetti svolti sui linfociti da donatori sani e da pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES). 

Continua a leggere
Tra le terapie per l'ictus recentemente studiate, il trattamento con cellule staminali rappresenta una grande promessa in virtù della loro potenziale capacità di sostituire le cellule perse, promuovere la neurogenesi endogena, e produrre un miglioramento comportamentale e funzionale attraverso diversi effetti. Portare il trattamento con cellule staminali in clinica, tuttavia, presenta una serie di difficoltà tecniche.

Continua a leggere

Un sottogruppo di pazienti con linfoma di Hodgkin (HL) che ha mostrato recidiva dopo trapianto di cellule staminali autologhe può comunque sia sopravvivere senza malattia, anche a lungo termine, dopo trapianto di cellule staminali allogeniche (alloSCT). Ci sono però informazioni limitate per quanto riguarda la tollerabilità e l'efficacia del doppio trapianto di sangue del cordone ombelicale (dUCBT) in HL recidivante/refrattaria.

Continua a leggere
Subscribe
Pagina 6 di 41Primo   Precedente   1  2  3  4  5  [6]  7  8  9  10  Prossimo   Ultimo   

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo