Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente
  
  

Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!

Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
domenica 10 dicembre 2017
  |   Accedi
Tutte le novità sulle cellule staminali del cordone ombelicale e la loro conservazione
Resta sempre aggiornato sulle novità dal mondo delle cellule staminali consultando periodicamente questa pagina o sottoscrivendo gratuitamente il feed rss che potrai anche includere nel tuo sito web.
News
Marcatori affidabili sono essenziali per aumentare la nostra comprensione delle caratteristiche biologiche delle cellule staminali ematopoietiche e per facilitare l'applicazione di cellule staminali ematopoietiche nel campo dei trapianti e della medicina rigenerativa. Tomohiko Ishibashi e colleghi hanno precedentemente identificato la molecola di adesione tra cellule endoteliale  (ESAM) come un nuovo marcatore funzionale di cellule staminali ematopoietiche in topo. Il gruppo ha pubblicato che ESAM può anche essere usato per purificare le cellule staminali ematopoietiche da tutte le fonti attualmente disponibili (midollo osseo, sangue periferico mobilizzato, e sangue del cordone ombelicale). 

Continua a leggere

Uno dei principali limiti del sangue del cordone ombelicale (UCB) come fonte di cellule staminali ematopoietiche è il suo numero limitato di cellule. In madri candidate per la donazione di cellule staminali, ci sono variabili che influenzano la quantità e la qualità delle unità di UCB. Lo scopo di questo studio di Luis Octavio Gonzalez-Espinosa e colleghi è stato quello di determinare se alcuni fattori ostetrici, materni e fetali modifichino o meno il numero di sottopopolazioni linfocitarie in unità di UCB.

Continua a leggere

La co-infusione di staminali CD34+ selezionate da sangue periferico e da sangue del cordone ombelicale aploidentico (UCB) fornisce un recupero precoce dei neutrofili, attecchimento a lungo termine di UCB, e una minore incidenza di GvHD; tuttavia, questo complesso trapianto rappresenta una sfida dal punto di vista della programmazione sia per il laboratorio di terapia cellulare che per la squadra di medici. La crioconservazione di UCB aploidentico potrebbe facilitare la programmazione, ma è stato precedentemente dimostrato di essere associato a reazioni da infusione e ritardo nell'attecchimento delle piastrine (PLT) nel trapianto allogenico di cellule progenitrici ematopoietiche.

Continua a leggere
Il trapianto allogenico di cellule staminali (allo-SCT) è divento una protocollo importante nel trattamento per una varietà di malattie ematologiche in pazienti pediatrici. Nel corso degli ultimi decenni, i progressi nella tecnologia dei trapianti, la disponibilità di cellule staminali emopoietiche e nuove terapie di supporto, non solo hanno portato a un miglioramento dei risultati, ma hanno anche ampliato le opzioni di trapianto. Tuttavia, queste caratteristiche sono state studiate principalmente in popolazioni adulte.

Continua a leggere
L'applicazione clinica delle cellule staminali ematopoietiche derivate dal sangue del cordone ombelicale (UCB) per il trapianto, è limitata da una bassa dose di cellule CD34+, con conseguente aumento del rischio di fallimento del trapianto e lento recupero ematopoietico. 

Continua a leggere
Lo scopo dell'articolo di Jinquan Cai è stato quello di determinare la sicurezza e gli effetti sulla secrezione di insulina del trapianto di cellule mesenchimali stromali da cordone ombelicale (UC-MSC) e del trapianto autologo di cellule mononucleate di midollo osseo (ABM-MNC) senza immunoterapia in diabete di tipo 1 (T1D).

Continua a leggere
Più di 40.000 trapianti di sangue del cordone (UCBT) sono stati effettuati in tutto il mondo come trattamento per i pazienti affetti da disturbi ematologici maligni e gravi e non maligni. Tuttavia, il basso numero assoluto di staminali e cellule progenitrici ematopoietiche (HSPCs) all'interno della singola unità di sangue del cordone rimane un fattore limitante per l'utilizzo di tali trapianti, in particolare nei pazienti adulti. 

Continua a leggere
L'ictus è la principale causa di disabilità grave; l'ictus lacunare è legato al declino cognitivo e emiparesi. Non esiste un trattamento efficace per la maggior parte dei pazienti che sono colpiti da ictus. Così, terapie a base di cellule staminali e medicina rigenerativa stanno attirando una crescente attenzione per via della capacità di espressione di fattori trofici per la valorizzazione e neurogenesi. Inoltre, è stato dimostrato in un modello animale di encefalomielite autoimmune (EAE)  che le cellule staminali, anche in breve durata, possono essere terapeutiche. 

Continua a leggere
Il trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche (HSCT) può indurre una forte immunità antitumorale da proliferazione omeostatica (HP) delle cellule T e per via della soppressione delle cellule T regolatrici conseguentemente alla linfopenia indotta dal precondizionamento. Tuttavia, il ruolo dell'immunità innata e quello delle cellule natural killer (NK) non è ancora stato capito completamente. 

Continua a leggere
L'insulino-resistenza, una caratteristica importante nel diabete di tipo 2 (T2D), è strettamente associata ai macrofagi residenti nel tessuto adiposo (ATM) che inducono infiammazione cronica di basso grado. Recentemente, cellule staminali mesenchimali (MSC) sono state identificate nella riduzione della resistenza all'insulina. Tuttavia, il meccanismo di base rimane inafferrabile.

Continua a leggere
Subscribe
Pagina 4 di 41Primo   Precedente   1  2  3  [4]  5  6  7  8  9  10  Prossimo   Ultimo   

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo