Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 25 giugno 2019
  |   Accedi
News

Fattori predittivi la predominanza di unità dopo doppio trapianto di sangue cordonale

Il trapianto di due unità di sangue da cordone ombelicale (dUCBT) è una tecnica utilizzata nel trattamento di pazienti affetti da patologie ematologiche. A seguito di dUCBT, si assiste nel malato alla costituzione di un nuovo sistema ematopoietico derivante da cellule di una delle due unità trapiantate. In questo studio retrospettivo, sono stati valutati i fattori di rischio associati alla predominanza in 262 pazienti affetti da malattie ematologiche sottoposti a dUCBT e che hanno esibito un ripristino dell'ematopoiesi nonché chimerismo. In questi pazienti, è stato osservato un doppio chimerismo 21-28 giorni dopo dUCBT e, nel 97%, è stato rilevato un chimerismo singolo dopo 100 giorni dal trapianto. I fattori di rischio riportati includono il numero di cellule nucleate e di cellule CD34+ e CD3+, dose e vitalità cellulare, quantità di CFU-GM, compatibilità HLA, sesso ed ordine di infusione delle unità (continua)
Il trapianto di due unità di sangue da cordone ombelicale (dUCBT) è una tecnica utilizzata nel trattamento di pazienti affetti da patologie ematologiche. A seguito di dUCBT, si assiste nel malato alla costituzione di un nuovo sistema ematopoietico derivante da cellule di una delle due unità trapiantate. In questo studio retrospettivo, sono stati valutati i fattori di rischio associati alla predominanza in 262 pazienti affetti da malattie ematologiche sottoposti a dUCBT e che hanno esibito un ripristino dell'ematopoiesi nonché chimerismo. In questi pazienti, è stato osservato un doppio chimerismo 21-28 giorni dopo dUCBT e, nel 97%, è stato rilevato un chimerismo singolo dopo 100 giorni dal trapianto. I fattori di rischio riportati includono il numero di cellule nucleate e di cellule CD34+ e CD3+, dose e vitalità cellulare, quantità di CFU-GM, compatibilità HLA, sesso ed ordine di infusione delle unità. La quantità di cellule CD3+ è risultata essere l'unico fattore associato alla predominanza di una unità nel caso di dUCBT preceduti da mieloablazione mentre, nel caso di non mieloablazione, quantità di CD3+ e HLA matching sono risultati essere fattori indipendenti nella prevalenza di una unità. In conclusione, secondo gli Autori,  la reattività immunitaria ha un ruolo nella predominanza fra unità e dovrebbe essere considerata nella selezione/manipolazione del trapianto.

Fonte: Bone Marrow Transplantation
Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo