Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 26 marzo 2019
  |   Accedi
News

Espansione di cellule NK da cellule staminali ematopoietiche del cordone ombelicale

In questo articolo, è riportato un nuovo protocollo mediante il quale cellule Natural Killer (NK), ottenute da staminali ematopoietiche del cordone ombelicale, vengono espanse ex vivo. In particolare, le cellule ematopoietiche vengono n primis espanse entro apposti supporti gas-permeabili ed in seguito differenziate, entro bioreattori, in cellule NK CD56+ CD3-. Mediante questo protocollo, viene riportata un’espansione media di circa 2000 volte con una purezza cellulare pari al 90%. Infine, le cellule NK ottenute mostrano sia un’espressione ad alti livelli dei recettori responsabili dell’attivazione delle NK stess,e sia la capacità di esercitare un’attività citolitica contro cellule leucemiche umane (cellule K562). Grazie a questo protocollo risulta quindi possibili poter generare sufficienti quantità di cellule NK per applicazioni terapeutiche nell’ambito di immmunoterapie adottive.

Fonte: PLoS One

In questo articolo, è riportato un nuovo protocollo mediante il quale cellule Natural Killer (NK), ottenute da staminali ematopoietiche del cordone ombelicale, vengono espanse ex vivo. In particolare, le cellule ematopoietiche vengono n primis espanse entro apposti supporti gas-permeabili ed in seguito differenziate, entro bioreattori, in cellule NK CD56+ CD3-. Mediante questo protocollo, viene riportata un’espansione media di circa 2000 volte con una purezza cellulare pari al 90%. Infine, le cellule NK ottenute mostrano sia un’espressione ad alti livelli dei recettori responsabili dell’attivazione delle NK stess,e sia la capacità di esercitare un’attività citolitica contro cellule leucemiche umane (cellule K562). Grazie a questo protocollo risulta quindi possibili poter generare sufficienti quantità di cellule NK per applicazioni terapeutiche nell’ambito di immmunoterapie adottive.

Fonte: PLoS One

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo