Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 17 novembre 2018
  |   Accedi
News

Attività antitumorale di linfociti T da sangue del cordone ombelicale

In questo studio sperimentale di recente pubblicazione, viene dimostrato che cellule T mature ottenute da sangue del cordone ombelicale esercitano un potente effetto antitumorale quando somministrate in un modello murino di tumore della cervice uterina. In aggiunta, le cellule T mature da sangue cordonale hanno esibito un maggiore azione antitumorale rispetto sia a cellule T native da cordone ombelicale che a cellule T da sangue periferico. É quindi necessario sviluppare nuove tecniche per favorire il differenziamento e la proliferazione di cellule T in cellule con una maggior azione citotossica antitumorale. In conclusione, i risultati di questo studio confermano l’utilizzo del sangue cordonale come approccio terapeutico nel trattamento di tumori solidi.

Fonte: BMC Cancer

In questo studio sperimentale di recente pubblicazione, viene dimostrato che cellule T mature ottenute da sangue del cordone ombelicale esercitano un potente effetto antitumorale quando somministrate in un modello murino di tumore della cervice uterina. In aggiunta, le cellule T mature da sangue cordonale hanno esibito un maggiore azione antitumorale rispetto sia a cellule T native da cordone ombelicale che a cellule T da sangue periferico. É quindi necessario sviluppare nuove tecniche per favorire il differenziamento e la proliferazione di cellule T in cellule con una maggior azione citotossica antitumorale. In conclusione, i risultati di questo studio confermano l’utilizzo del sangue cordonale come approccio terapeutico nel trattamento di tumori solidi.

Fonte: BMC Cancer

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo