Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 17 novembre 2018
  |   Accedi
News

Vescicole ectracellulari da mesenchimali contro le lesioni renali acute

Aumentare la presenza di elementi anti-ossidanti è una strategia efficace per la cura del danno renale acuto. In un recente articolo, Zhang G. e colleghi, sostengono che le vescicole extracellulari (SVE) derivate da cellule stromali mesenchimali (MSC) potrebbero svolgere un ruolo anti-ossidante, aumentando l’attivazione della via Nrf2/ARE nella necrosi tubulare acuta.

Le vescicole extracellulari (SVE) sono state isolate dal media condizionato delle cellule mesenchimali stromali e di fibroblasti e sono state iniettate per via endovenosa in ratti dopo 45 min dall’ischemia renale unilaterale. Gli animali sono stati sacrificati 24 ore dopo l’intervento. I risultati hanno mostrato che il danno renale era alleviato e la funzione renale era migliorato dopo il trattamento con le vescicole. I segnali di apoptosi cellulare, che riflettono danno cellulare del rene, erano ridotti. Inoltre, trattando con vescicole da MSC diminuisce lo stress ossidativo nei tessuti renali feriti via Nrf2/ ARE sia in vivo che in vitro. 
In conclusione è stato possibile affermare che le vescicole da MSC potrebbero proteggere il rene da lesioni tubulari acute possibilmente attraverso l’anti-ossidazione, migliorando l’attivazione di Nrf2/ARE.

 

Fonte: DOI: 10,1159 / 000.443.413

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo