Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 17 novembre 2018
  |   Accedi
News

Regime mieloablativo supera l'effetto negativo di segni di AML residua pre-trapianto

La remissione completa (CR) nella leucemia mieloide acuta (AML) richiede la presenza di entrambe evidenze morfologiche e di citometria a flusso. Celalettin Ustun e colleghi hanno precedentemente dimostrato che segni di AML persistente rilevati mediante citometria di flusso (FC+) prima di trapianto allogenico di cellule ematopoietiche (alloHCT) con ridotta intensità condizionata (RIC) sono stati associati ad un significativo aumento della recidiva, sopravvivenza libera da malattia più breve (DFS), e sopravvivenza globale più bassa (OS), indipendentemente dai risultati delle analisi morfologiche. 

La remissione completa (CR) nella leucemia mieloide acuta (AML) richiede la presenza di entrambe evidenze morfologiche e di citometria a flusso. Celalettin Ustun e colleghi hanno precedentemente dimostrato che segni di AML persistente rilevati mediante citometria di flusso (FC+) prima di trapianto allogenico di cellule ematopoietiche (alloHCT) con ridotta intensità condizionata (RIC) sono stati associati ad un significativo aumento della recidiva, sopravvivenza libera da malattia più breve (DFS), e sopravvivenza globale più bassa (OS), indipendentemente dai risultati delle analisi morfologiche.

Lo stesso gruppo ha valutato i risultati di FC sull’outcome di alloHCT per AML sia dopo regime condizionato mieloablativa (MAC) o regimi RIC in 203 pazienti (MAC, n = 80, e RIC, n = 123) con nessuna evidenza morfologica di AML persistente.

I trapianti analizzati erano 130 del sangue del cordone ombelicale (UCB) e 73 da donatori allogenici relazionati. Venticinque pazienti erano FC +, di cui 15 (18,7%) avendo ricevuto alloHCT MAC e 10 (8,1%) RIC. Tra i pazienti RIC FC + è risultato associato a recidiva inferiore, DFS e OS. Al contrario, lo stato di FC + non è stato associato alle recidive o a diminuito OS dopo MAC.

Questi dati suggeriscono che il regime condizionato mieloablativa, ma non quelli a ridotta intensità condizionata RIC, supera l'effetto negativo di FC+ pretrapianto.

 

Fonte: DOI: http://dx.doi.org/10.1016/j.bbmt.2015.10.024

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo