Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 25 giugno 2019
  |   Accedi
News

Espressione di cheratina 14 in un sottogruppo di cellule del trofoblasto

La placenta, un organo transitorio umano, essenziale per il mantenimento della gravidanza e per la crescita e lo sviluppo fetale. Le cellule del trofoblasto e le cellule stromali sono le principali tipologie cellulari presenti nella placenta umana.
Le cellule del trofoblasto sono presenti in diversi sottotipi a seconda del loro stato differenziazione e della loro posizione spaziale e temporale durante la gravidanza. Le cellule stromali hanno origine dal mesenchima extra-embrionale e sono importanti per la formazione e il mantenimento dei villi. È interessante notare che molte malattie legate alla gravidanza sono associate a difetti nella differenziazione del trofoblasto e all'integrità dei villi. Pertanto, è fondamentale identificare in maniera specifica ogni tipo di cellule placentari utilizzando dei marcatori specifici.

La placenta, un organo transitorio umano, essenziale per il mantenimento della gravidanza e per la crescita e lo sviluppo fetale. Le cellule del trofoblasto e le cellule stromali sono le principali tipologie cellulari presenti nella placenta umana.
Le cellule del trofoblasto sono presenti in diversi sottotipi a seconda del loro stato differenziazione e della loro posizione spaziale e temporale durante la gravidanza. Le cellule stromali hanno origine dal mesenchima extra-embrionale e sono importanti per la formazione e il mantenimento dei villi. È interessante notare che molte malattie legate alla gravidanza sono associate a difetti nella differenziazione del trofoblasto e all'integrità dei villi. Pertanto, è fondamentale identificare in maniera specifica ogni tipo di cellule placentari utilizzando dei marcatori specifici.

Le cheratine (CK) sono ampiamente usate come marcatori di cellule epiteliali, per l'identificazione di carcinomi e, in alcuni casi, come marcatori di cellule staminali/progenitrici. La vimentina è ampiamente usata come marcatore di cellule mesenchimali.
Lo scopo di questo studio di Wassim Abou-Kheir è stato quello di caratterizzare la presenza di diverse cheratine in cellule del trofoblasto umano e di vimentina in cellule stromali. Usando saggi di immunoistochimica su sezioni placentari a termine, i risultati dimostrano che vimentina è espressa solo in cellule stromali mesenchimali, mentre le cheratine 5, 7, 8, 14 e 19 sono espresse in cellule del trofoblasto. È interessante notare che tutte le cheratine testate, tranne la cheratina 14, sono risultate equamente espresse in tutte le cellule del trofoblasto. La cheratina 14 è stata vista espressa in un sottogruppo di cellule positive CK7. Inoltre, gli stessi risultati sono stati ottenuti utilizzando le cellule citotrofoblasto appena isolate e cellule BeWo. 
In conclusione, questo studio fornisce importanti indizi per una maggior comprensione e per l'identificazione della tipologia di cellule placentari e per la loro caratterizzazione.

 

Fonte: DOI: 10.1371 / journal.pone.0139939

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo