Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 25 giugno 2019
  |   Accedi
News

Cordone ombelicale da neonati pretermine: maggior percentuale di progenitori ematopoietici

Il sangue del cordone contiene elevato numero di cellule ematopoietiche che scompaiono dopo la nascita. In questo lavoro, Marina Podestà e colleghi hanno studiato le proprietà funzionali delle cellule progenitrici del sangue del cordone ombelicale raccolte da cordoni di neonati nati a termine e pretermine al fine di valutare l’eventuale esistenza di differenze quantitative e/o qualitative tra i due gruppi.

Il sangue del cordone contiene elevato numero di cellule ematopoietiche che scompaiono dopo la nascita. In questo lavoro, Marina Podestà e colleghi hanno studiato le proprietà funzionali delle cellule progenitrici del sangue del cordone ombelicale raccolte da cordoni di neonati nati a termine e pretermine al fine di valutare l’eventuale esistenza di differenze quantitative e/o qualitative tra i due gruppi.

I risultati mostrano che la percentuale di cellule CD34+ totali è significativamente più alta nei neonati prematuri rispetto a quelli a termine: 0,61% (range 0,15-4,8) vs 0,3% (0,032-2,23) p = 0,0001 e nei neonati di età gestazionale <32 settimane ( GA) rispetto a quelli ≥ 32 settimane: 0,95% (range 0,18-4,8) e 0,36% (0,15-3,2) rispettivamente p = 0,0025.
La maggior parte delle cellule CD34+ co-esprime l'antigene CD71 (p <0.05 vs pretermine termine) ed in vitro permette la crescita di BFU-E, per lo più nella seconda generazione.
Le sottopopolazioni CD34+ CD38- e CD34+CD45- sono risultate essere più rappresentate nei campioni pretermine rispetto a quelli a termine. Il numero assoluto di colonie derivate da campioni pretermine (CFC / 10microL) è stato più elevato rispetto a quelli a termine (p = 0,004) e questi progenitori sono stati in grado di crescere fino alla terza generazione mantenendo una proporzione maggiore di cellule CD34+ (p = 0,0017). Anche il numero di colonie ottenuto è stato inversamente correlato con l'età gestazionale (Pearson r = -0,3001 p <0,0168).

In conclusione il gruppo non ha riscontrato differenze nell’isolamento ed espansione delle capacità di formare colonie di cellule endoteliali  dal sangue del cordone ombelicale di neonati nati a termine o pretermine: entrambi i gruppi hanno permesso di coltivate in vitro un gran numero di cellule endoteliali fino alla terza generazione e hanno mostrato un fenotipo di transizione tra le cellule staminali mesenchimali e progenitori endoteliali (CD73, CD31, CD34 e CD144). La presenza, nel sangue del cordone ombelicale di neonati prematuri, di un elevato numero di progenitori ematopoietici/endoteliali immaturi e staminali mesenchimali con elevato potenziale proliferativo, rende questo tessuto un'importante fonte di cellule per lo sviluppo di nuove terapie cellulari.

 

Fonte: DOI: 10.1371 / journal.pone.0138680

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo