Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 15 dicembre 2018
  |   Accedi
News

Impatto della MRD o di inibtori di TK su trapianto allogenico di staminali in leucemia

Per valutare l'impatto della malattia minima residua (MRD) e della somministrazione di un inibitore delle tirosin-chinasi (TKI) sul trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche (allo-HCT) nella leucemia cromosoma Philadelphia-positiva (Ph+), Nishiwaki e colleghi hanno analizzato retrospettivamente i dati di 432 pazienti adulti LLA Ph+ in prima RC (CR1) che hanno ricevuto TKI pre-trapianto.

Per valutare l'impatto della malattia minima residua (MRD) e della somministrazione di un inibitore delle tirosin-chinasi (TKI) sul trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche (allo-HCT) nella leucemia cromosoma Philadelphia-positiva (Ph+), Nishiwaki e colleghi hanno analizzato retrospettivamente i dati di 432 pazienti adulti LLA Ph+ in prima RC (CR1) che hanno ricevuto TKI pre-trapianto.

MRD negativo (MRD (-)) dopo allo-HCT è stato ottenuto in 277 pazienti. La sopravvivenza nei pazienti trapiantati in MRD (-) è risultata significativamente migliore rispetto a quella nei pazienti trapiantati in MRD (+) (MRD (-): 67% vs MRD (+):  55% a 4 anni; p = 0.001).
L'incidenza di recidiva nei pazienti trapiantati e MRD (-) è risultata significativamente inferiore a quella nei pazienti trapiantati e MRD (+) (MRD (-): 19% vs MRD (+): 29% a 4 anni; p = 0.006). Un TKI post-trapianto è stato somministrato a 103 pazienti. Nella sottoanalisi per quanto riguarda l'effetto della somministrazione TKI post-trapianto, è stato visto che l’amministrazione del TKI post-trapianto ha rappresentato un fattore di rischio significativo per la recidiva (p <0,0001). 
Lo stato della malattia minima residua in allo-HCT rimane uno dei più importanti fattori predittivi per la prognosi di pazienti LLA Ph+ trapiantati in CR1.


Fonte: doi: 10.1038 / bmt.2015.217

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo