Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 17 settembre 2019
  |   Accedi
News

Cellule progenitrici endoteliali non sono rilevabili in sangue periferico e cordone sano

Cellule endoteliali circolanti (CEC) e loro progenitori (EPC) sono limitate sottopopolazioni cellulari del sangue periferico (PB), del sangue del cordone (CB), e del midollo osseo (BM). Tali cellule sono coinvolte nel mantenimento dell'omeostasi endoteliale. Sia CEC che EPC si crede possano essere potenziali biomarcatori in diverse condizioni cliniche che coinvolgono il rimodellamento endoteliale. Ad oggi sono già stati pubblicati diversi metodi per la caratterizzazione di CEC e EPC tramite citometria a flusso, ma nessuno di questi ha raggiunto conclusioni coerenti; di conseguenza le linee guida per un utilizzo in clinica devono essere ancora stabilite. 

Cellule endoteliali circolanti (CEC) e loro progenitori (EPC) sono limitate sottopopolazioni cellulari del sangue periferico (PB), del sangue del cordone (CB), e del midollo osseo (BM). Tali cellule sono coinvolte nel mantenimento dell'omeostasi endoteliale. Sia CEC che EPC si crede possano essere potenziali biomarcatori in diverse condizioni cliniche che coinvolgono il rimodellamento endoteliale. Ad oggi sono già stati pubblicati diversi metodi per la caratterizzazione di CEC e EPC tramite citometria a flusso, ma nessuno di questi ha raggiunto conclusioni coerenti; di conseguenza le linee guida per un utilizzo in clinica devono essere ancora stabilite. 
Paola Lanuti e colleghi hanno effettuato uno studio approfondito del fenotipo di CEC e di EPC in campioni di PB, CB e BM sani, ottimizzando un pannello di citometria di flusso policromatico (PFC) affidabile. 

I risultati hanno mostrato che l' espressione CD34 sulle cellule circolanti in PB e CB sani, rappresenta un punto di riferimento fondamentale per l'identificazione dei CEC (CD45neg / CD34bright / CD146pos) rispetto a cellule staminali ematopoietiche (CD45dim / CD34pos / CD146neg). Questo approccio, combinato con una tecnica di conteggio a doppia-piattaforma, ha permesso una enumerazione CEC in PB sano  (n = 38), e conseguente conta CEC in linea con i dati precedentemente riportati (mediana = 11,7 cellule / ml). 
In parallelo, utilizzando rigorose impostazioni in PFC ( selezione di cellule CD34pos / CD45dim / CD133pos / VEGFR2pos) è risultato che l'antigene EPC non sono stato trovato in nessun campione di PB o CB sano analizzato, in quanto l'espressione di VEGFR2 non è stato rilevabile sulla superficie delle cellule CD34pos / CD45dim / CD133pos. 

Nel complesso, i risultati suggeriscono che il profilo dell'antigene EPC precedentemente riportato, definito dall'espressione simultanea di VEGFR2 e CD133 sulla superficie delle cellule CD45dim / CD34pos, deve essere attentamente rivalutato e ulteriori studi dovrebbero essere condotti per ridefinire le caratteristiche EPC per tradurre CEC e caratterizzazione EPC nella pratica clinica.


Fonte:  DOI: 10.1002 / cyto.a.22730

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo