Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 25 giugno 2019
  |   Accedi
News

La ​​O-mannosilazione delle proteine è cruciale per il destino delle mesenchimali

Le cellule staminali mesenchimali (MSC) sono promettenti tipi di cellule nel campo della medicina rigenerativa. Anche se molti studi sono stati fatti nel tentativo di meglio comprendere e caratterizzare il potenziale delle MSC, l'impatto della N o O-glicosilazione proteica è stato trascurato. 
La mancanza della O-mannosilazione è un meccanismo patogenetico alla base di gravi distrofie muscolari congenite (CMD), che iniziano a svilupparsi durante lo sviluppo embrionale e progrediscono negli adulti, spesso in tessuti in cui le MSC esercitano la loro funzione. 

Le cellule staminali mesenchimali (MSC) sono promettenti tipi di cellule nel campo della medicina rigenerativa. Anche se molti studi sono stati fatti nel tentativo di meglio comprendere e caratterizzare il potenziale delle MSC, l'impatto della N o O-glicosilazione proteica è stato trascurato. 
La mancanza della O-mannosilazione è un meccanismo patogenetico alla base di gravi distrofie muscolari congenite (CMD), che iniziano a svilupparsi durante lo sviluppo embrionale e progrediscono negli adulti, spesso in tessuti in cui le MSC esercitano la loro funzione. 
E. Ragni e colleghi hanno mostrato che  i geni O-mannosilazione, molti dei quali sono glicosiltransferasi presunte o verificate (GTS), sono espresse in un modello simile a MSC da tessuto adiposo, midollo osseo e sangue del cordone ombelicale e che i loro livelli di espressione vengono mantenuti costanti durante la differenziazione. 
L'inibizione dei primi protagonisti della cascata enzimatica, POMT1/2, porta a completa abolizione della condrogenesi e ad alterazioni del potenziale adipogenico e osteogenico insieme ad un effetto letale durante l'induzione miogenica. Dal momento che fino ad oggi, nessuna terapia per le CMD è disponibile, sono state esplorate la possibilità di utilizzare vescicole extracellulari (SVE) di MSC come fonte molecolare di mRNA per GTS funzionale. Tutte le MSC secernono mRNA codificante per POMT1.
Complessivamente, i risultati ottenuti da questo laboratorio italiano, sottolineano il ruolo cruciale della ​​O-mannosilazione proteica nel destino e le proprietà delle cellule staminali e aprono la possibilità di utilizzare vescicole di MSC come un nuovo approccio terapeutico per le CMD.


Fonte:  DOI 10.1007 / s00018-015-2007-y
Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo