Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 17 novembre 2018
  |   Accedi
News

Risultati del trapianto allogenico di staminali ematopoietiche in pazienti adulti con MMLr AML

La diagnosi di leucemia mieloide acuta (AML) con riarrangiamento 11q23 / MLL (MLL-r AML) è solitamente un  fattore interpretata come intermedia o ad alto rischio, a seconda del partner di fusione di MLL. Un risultato più favorevole è stato riportato in pazienti trattati con trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche (alloHSCT), ma questo dato non è stato confermato in grande serie.

La diagnosi di leucemia mieloide acuta (AML) con riarrangiamento 11q23 / MLL (MLL-r AML) è solitamente un  fattore interpretata come intermedia o ad alto rischio, a seconda del partner di fusione di MLL. Un risultato più favorevole è stato riportato in pazienti trattati con trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche (alloHSCT), ma questo dato non è stato confermato in grande serie.

Pigneux e colleghi hanno analizzato l'esito di alloHSCT in pazienti adulti tra il 2000 e il 2010. Sono stati identificati 159 pazienti con 11q23 MLL-r AML in prima remissione completa (CR1, n = 138) o CR2; per lo più le traslocazioni registrate sono state t (9; 11), t (11; 19), t (6; 11) et (10; 11). La sopravvivenza globale a due anni (OS), la sopravvivenza libera da leucemia (LFS), l'incidenza di recidiva e la mortalità non per recidiva sono state rispettivamente 56 ± 4%, il 51 ± 4%, 31 ± 3% e del 17 ± 4%. 

E’ stato notato che pazienti con riarrangiamenti t (9; 11) et (11; 19) hanno avuto risultati migliori rispetto a t (10; 11) e t (6; 11) (2 anni OS: 64 ± 6% e 73 ± 10% vs 40 ± 13% e del 24 ± 11%, rispettivamente; p <0,0001). Questo studio conferma il ruolo potenziale di alloHSCT per i pazienti adulti con 11q23MLL-r AML in CR1.

Fonte: 10.1038 / leu.2015.143

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo