Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 17 novembre 2018
  |   Accedi
News

Recupero post-infarto migliorato da un patch di fibrina e staminali mesenchimali dal cordone

Molte ricerche sono state dedicate a ripristinare la migrazione delle cellule miocardiche e limitando rimodellamento ventricolare dopo infarto miocardico. 
Santiago Roura e colleghi hanno esaminato la possibilità di una zona tridimensionale ingegnerizzata composta da fibrina e cellule staminali mesenchimali umane derivate dal sangue del cordone ombelicale (UCBMSCs) per indurre il recupero della funzione cardiaca dopo infarto miocardico. 

Molte ricerche sono state dedicate a ripristinare la migrazione delle cellule miocardiche e limitando rimodellamento ventricolare dopo infarto miocardico. 
Santiago Roura e colleghi hanno esaminato la possibilità di una zona tridimensionale ingegnerizzata composta da fibrina e cellule staminali mesenchimali umane derivate dal sangue del cordone ombelicale (UCBMSCs) per indurre il recupero della funzione cardiaca dopo infarto miocardico. 

UCBMSCs sono state modificate per co-esprimere luciferasi e proteine ​​fluorescenti reporter, mescolate con fibrina, e applicati come un costrutto adesivo e vitale (patch di fibrina e cellule) sopra il miocardio infartuato in topi (gruppo MI-UCBMSC). Il patch ha aderito bene al cuore. Imaging di bioluminescenza non invasiva ha dimostrato la proliferazione e la differenziazione precoce delle UCBMSCs all'interno del tessuto ingegnerizzato in topi infartuati del gruppo MI-UCBMSC. Le cellule impiantate hanno partecipato anche la formazione di nuovo microcircolo funzionale. Come rivelato da analisi ecocardiografiche, la frazione di eiezione ventricolare sinistra e l’accorciamento frazionale sotto sforzo sono risultati migliorati in topi MI-UCBMSC e sono stati visti notevolmente ridotti in topi trattati con la sola fibrina e controlli postinfartuale non trattati. In conclusione, un “cerotto” 3D composto da fibrina e UCBMSCs attenua la disfunzione cardiaca post infarto quando trapiantato localmente su una ferita nel miocardio.

Fonte: doi: 10,5966 / sctm.2014-0259

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo