Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 17 novembre 2018
  |   Accedi
News

Il trattamento con αDR3 migliora l’espansione di Tregs del donatore e riduce il tasso di GvHD

La scarsità di cellule T regolatorie limita la loro rilevanza clinica per controllare le reazioni immunitarie aberranti tra cui la GvHD. Recenti studi hanno dimostrato che l'anticorpo contro DR3 (αDR3) aumenti le cellule CD4 + FoxP3 + Tregs in vivo
Byung-Su Kim e colleghi hanno studiato se il trattamento con una singola dose di αDR3 in topi donatori potrebbe alleviare la GvHD acuta in modello di trapianto di midollo MHC-non corrispondente.

La scarsità di cellule T regolatorie limita la loro rilevanza clinica per controllare le reazioni immunitarie aberranti tra cui la GvHD. Recenti studi hanno dimostrato che l'anticorpo contro DR3 (αDR3) aumenti le cellule CD4 + FoxP3 + Tregs in vivo.
Byung-Su Kim e colleghi hanno studiato se il trattamento con una singola dose di αDR3 in topi donatori potrebbe alleviare la GvHD acuta in modello di trapianto di midollo MHC-non corrispondente. 

αDR3 induce la proliferazione selettiva di Tregs funzionali. Cellule T CD4 + isolate da topi αDR3 trattati contenevano un numero maggiore di Tregs ed erano meno rispondenti agli stimoli allogenici. Gli studi in vivo su GvHD hanno confermato che Tregs derivanti da donatori αDR3 trattati, espandono in maniera più robusta e più elevata, con conseguente miglioramento della sopravvivenza. Le cellule T convenzionali derivate da donatori αDR3-trattati hanno mostrato una ridotta attivazione e proliferazione. I livelli sierici di citochine pro-infiammatorie (IFNγ, IL-1β e TNF-alfa) e infiltrazione di cellule T del donatore nei tessuti bersaglio della GvHD (tratto gastrointestinale e del fegato) sono stati diminuiti. Le cellule T da donatori αDR3 trattato, mantengono però gli effetti di  graft versus tumore (GvT).

In conclusione, una singola dose di αDR3 allevia la GvHD acuta preservando effetti di GvT. Questa nuova strategia faciliterà l'applicazione clinica delle terapie a base di Treg.

Fonte: http://dx.doi.org/10.1182/blood-2015-04-637587

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo