Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
lunedì 21 ottobre 2019
  |   Accedi
News

Il trapianto di staminali mesenchimali migliora l'osteoporosi secondaria in LES

L’osteoporosi secondaria è comune nel lupus eritematoso sistemico (LES) e porta ad un’ulteriore diminuzione della qualità della vita dovuta a fratture e fragilità, anche nei pazienti che hanno un miglioramento della malattia primaria. Il trapianto sistemico di cellule staminali mesenchimali (MSC) potrebbe migliorare la perdita ossea e i disordini autoimmuni ed è stato provato in un modello di topo di SLE MRL/lpr. Tuttavia, il meccanismo terapeutico di rigenerazione ossea non è del tutto chiaro.

L’osteoporosi secondaria è comune nel lupus eritematoso sistemico (LES) e porta ad un’ulteriore diminuzione della qualità della vita dovuta a fratture e fragilità, anche nei pazienti che hanno un miglioramento della malattia primaria. Il trapianto sistemico di cellule staminali mesenchimali (MSC) potrebbe migliorare la perdita ossea e i disordini autoimmuni ed è stato provato in un modello di topo di SLE MRL/lpr. Tuttavia, il meccanismo terapeutico di rigenerazione ossea non è del tutto chiaro.

In questo studio, il gruppo di Lan Ma ha trapiantato cellule staminali mesenchimali umane del midollo osseo (BMMSCs) in topi MRL/lpr e hanno esplorato i meccanismi terapeutici nei disturbi di osteoporosi secondari al LES.

Dopo il trapianto sistemico con MSC umane, le BMMSCs sono state valutate per gli aspetti di staminalità, osteogenesi e osteoclastogenesi e sono stati eseguiti una serie di esperimenti di co-coltura per differenziazione in senso osteogenico o osteoclastogenico.

Il trapianto sistemico di BMMSCs recupera la riduzione della densità ossea e della struttura nel modello di topo usato. Inoltre, la condizione iper-immune IL-17-dipendente nel ricevente sopprime le capacità degli osteoblasti e osteoclasti. 
I risultati indicano dunque che IL-17 e BMMSCs potrebbero essere un ottimi bersagli terapeutici nel trattamento dell’osteoporosi secondaria nel LES.

Fonte: Stem Cell Research & Therapy 2015, 6:104

 

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo