Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 15 dicembre 2018
  |   Accedi
News

Conversione diretta di staminali del cordone in staminali neurali

La riprogrammazione cellulare o la conversione cellulare, è una strategia promettente per generare diversi tipi di cellule staminali desiderate a partire da cellule somatiche.
Le cellule staminali neurali (NSC) hanno il potenziale di rigenerare i tessuti per riparazione del sistema nervoso centrale. Tuttavia, le NSC sono difficili da isolare da tessuti umani ed è molto complesso anche espanderle in quantità sufficienti per la terapia.

La riprogrammazione cellulare o la conversione cellulare, è una strategia promettente per generare diversi tipi di cellule staminali desiderate a partire da cellule somatiche.
Le cellule staminali neurali (NSC) hanno il potenziale di rigenerare i tessuti per riparazione del sistema nervoso centrale. Tuttavia, le NSC sono difficili da isolare da tessuti umani ed è molto complesso anche espanderle in quantità sufficienti per la terapia.

Wenbin Liao riporta un metodo per generare cellule staminali neurali a partire da cellule CD34-positive di sangue cordonale grazie all’espressione ectopica di OCT4 in un sistema feeder-free.



Le cellule indotte (iNSCs) mostrano la morfologia caratteristica NSC-simile e possono essere espanse in vitro per più di 20 passaggi. Inoltre, i iNSCs sono positive per i marcatori specifici delle cellule staminali neuronali come Nestin e Musashi-1 e hanno simili pattern di espressione genica a quelli di una linea di cellule staminali neurali umane. iNSCs esprimono fattori di trascrizione distinti per prosencefalo, hindbrain, e le regioni del midollo spinale. Se stimolate a differenziare le iNSCs sono in grado di indirizzarsi verso più lineage di cellule neurali mature.
Dopo il trapianto in vivo in topi NOD/SCID di iNSCs, queste sopravvivono e differenziano nel cervello di topo a tre mesi dopo il trapianto.

I risultati ottenuti suggeriscono un nuovo approccio efficiente per generare precursori neurali che possono essere potenzialmente utilizzabili per ulteriori studi di rigenerazione e riparazione del sistema nervoso.

Fonte: Stem Cells Trans Med May 2015 sctm.2014-0289

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo