Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 17 novembre 2018
  |   Accedi
News

Stem cell factor è essenziale per preservare la capacità di ricostituzione delle CD34+

Stem cell factor (SCF) è essenziale per le nicchie di cellule staminali emopoietiche (CSE), ed è quindi ampiamente utilizzato per l’ espansione ex vivo di staminali e progenitrici cellule ematopoietiche (HSPCs). Tuttavia, in letteratura, dose e schema del trattamento con SCF varia ampiamente. 
Il gruppo di ricerca di Zheng Du ha precedentemente proposto un nuovo regime di somministrazione di SCF, dimostrando l’efficacia per l'espansione di HSPCs; tuttavia, la funzione fisiologica di cellule espanse con questo regime alimentare SCF ha necessitato ulteriori ricerche.

Stem cell factor (SCF) è essenziale per le nicchie di cellule staminali emopoietiche (CSE), ed è quindi ampiamente utilizzato per l’ espansione ex vivo di staminali e progenitrici cellule ematopoietiche (HSPCs). Tuttavia, in letteratura, dose e schema del trattamento con SCF varia ampiamente. 
Il gruppo di ricerca di Zheng Du ha precedentemente proposto un nuovo regime di somministrazione di SCF, dimostrando l’efficacia per l'espansione di HSPCs; tuttavia, la funzione fisiologica di cellule espanse con questo regime alimentare SCF ha necessitato ulteriori ricerche.

Cellule CD34 + sono state coltivate con o senza integrazione di SCF in terreno privo di siero per 10 giorni. Le cellule espanse sono state trapiantate in topi irradiati in maniera sub-letale con severa immuno- deficienza combinata (NOD / SCID) o in topi diabetici non obesi. E’ stato determinate l’attecchimento e la ricostituzione multilineare delle cellule trapiantate. Inoltre è stato analizzato il potenziale clonogenico delle cellule trapiantate.

Le cellule, sia quelle in coltura con e senza integrazione SCF,  sono state innestate con. Tuttavia, il livello di attecchimento e la ricostituzione multilineare sono stati ridotti quando le cellule sono state ampliate senza l’integrazione di SCF. Nel frattempo, la frequenza di cellule formanti colonie (CFC) è stata superiore in topi trapiantati con cellule CD34 + espanse con l'integrazione di SCF.

Questi dati suggeriscono che SCF è essenziale per la conservazione delle capacità di ricostituzione ex vivo di cellule CD34+ espanse in modello NOD / SCID .

 

Fonte: DOI: 10.1111 / cpr.12186

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo