Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 16 luglio 2019
  |   Accedi
News

Vitalità, apoptosi e potenziale ematopoietico in unità di sangue ombelicale post-congelamento

Il successo del trapianto di cellule staminali ematopoietiche con sangue del cordone ombelicale conservato (CB), dipende in gran parte la dose di cellulare e dalla qualità delle unità di CB. 
Lo Scopo di questo studio, condotto da Kyeong Mi Kim e colleghi, è stato quello di valutare il grado di apoptosi precoce, la cella vitalità e il potenziale ematopoietico, di unità di SCO ombelicale dopo la conservazione.

Il successo del trapianto di cellule staminali ematopoietiche con sangue del cordone ombelicale conservato (CB), dipende in gran parte la dose di cellulare e dalla qualità delle unità di CB. 
Lo Scopo di questo studio, condotto da Kyeong Mi Kim e colleghi, è stato quello di valutare il grado di apoptosi precoce, la cella vitalità e il potenziale ematopoietico, di unità di SCO ombelicale dopo la conservazione.

Sono state analizzate sessanta unità di SCO, che erano state crioconservati per un massimo di 8 anni in una sola banca di CB pubblica. Dopo che le unità di CB sono stati scongelate, sono state determinate, tramite citofluorimetria a flusso, la vitalità delle cellule e l'apoptosi precoce, il totale delle cellule nucleate (TNC), delle cellule mononucleate (MNC), e delle cellule CD34+ . Sono stati eseguite prove clonogeniche al fine di vedere la potenzialità del trapianto.

I valori post-congeliamento della vitalità cellulare, determinati con metodi citometria di flusso, possono essere così schematizzati: TNCs <MNCs <cellule CD34+. La vitalità delle CD34+ è stata quasi identica a quella ottenuta dall'analisi di vitalità di BC fresco, 48 ore dopo la raccolta. Necrosi o apoptosi in unità di SCO crioconservate non aumentano durante la conservazione.


Fonte:DOI: 10.1111 / trf.13120
Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo