Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
sabato 15 dicembre 2018
  |   Accedi
News

Analisi di trapiati di staminali ematopoietiche non manipolate in adulti con leucemia acuta

Trapianti di staminali non manipolate sono sempre più adottati nel contesto dei trapianti allogenici di cellule staminali emopoietiche da donatori familiari aploidentici (haplo-SCT) nel trattamento della leucemia acuta (AL). 

Trapianti di staminali non manipolate sono sempre più adottati nel contesto de trapianti allogenici di cellule staminali emopoietiche da donatori familiari aploidentici (haplo-SCT) nel trattamento della leucemia acuta (AL). 

S.Piemontese e i colleghi hanno analizzato gli esiti di 229 pazienti adulti con leucemia acuta de novo, che hanno ricevuto un trapianto aploidentico non manipolato allo-SCT come prima terapia tra il 2007 e il 2011.

Il periodo di follow-up è stato di 30 mesi. Gli stati della malattia registrati al momento del trapianto sono stati: prima remissione completa (CR1) per 77 pazienti, seconda CR (CR2) per 56 e avanzata per 96 pazienti.
171 pazienti (75%) hanno ricevuto la deplezione delle cellule T da anticorpi monoclonali in vivo.
L'incidenza cumulativa a 60 giorni (CI) dall’attecchimento è stata 93 +/- 2%.
L'incidenza cumulativa a 100 giorni di Graft vs Host Disease (GvHD) è stata di 32 ± 3% per grado II-IV  e di12 ± 3% per il grado III-IV.
Il CI a 3 anni di GvHD cronica è stato del 34 ± 3%.
Il CI a 3 anni di mortalità non per recidiva è stato del 31 +/- 4% nei pazienti con deplezione delle cellule T in vivo e  di 17 +/- 5% in quelli senza.
I tassi di opravvivenza a 3 anni, per i pazienti trapiantati in CR1 o in CR2 o il tasso di sopravvivenza libera da malattia sono stati 44 ± 6%, 42 ± 7% e 12 ± 3%, rispettivamente, la sopravvivenza globale è stata del 55 ± 6%, il 51 ± 7% e 14 ± 4% e l’incidenza comulatica di ricaduta è stata calcolata del 32 ± 6%, il 24 ± 6% e 61 ± 5%.

Questi dati suggeriscono che trapianti non manipolati haplo-SCT rappresentano una valida opzione di trattamento per pazienti adulti di leucemie acute in remissione completa in mancanza di un donatore compatibile.

Fonte: doi: 10.1038/leu.2014.336 Leukemia

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo