Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 25 giugno 2019
  |   Accedi
News

Identificazione e rilevanza di Linfociti TReg CD8+ e HLA-DR+

La differenza di reattività immunitaria e di discernimento tra antigeni self e non-self è normalmente mantenuta da meccanismi multipli, compresa l’attività repressiva di diversi sottogruppi di linfociti T. In questo studio pubblicato su The Journal of Immunology, Lourdes Arruvito  e il suo gruppo di ricerca, hanno dimostrato che i linfociti T CD8+,  prelevati sia da sangue periferico adulto che per isolamento di cellule mononucleate da sangue del cordone ombelicale, che esprimono in maniera costitutiva HLA-DR, rappresentano un sottoinsieme naturale di linfociti T  Regolatori (TReg) CD8+. 

La differenza di reattività immunitaria e di discernimento tra antigeni self e non-self è normalmente mantenuta da meccanismi multipli, compresa l’attività repressiva di diversi sottogruppi di linfociti T. In questo studio pubblicato su The Journal of Immunology, Lourdes Arruvito  e il suo gruppo di ricerca, hanno dimostrato che i linfociti T CD8+,  prelevati sia da sangue periferico adulto che per isolamento di cellule mononucleate da sangue del cordone ombelicale, che esprimono in maniera costitutiva HLA-DR, rappresentano un sottoinsieme naturale di linfociti T  Regolatori (TReg) CD8+. Il loro effetto soppressivo sembra essere dipendente dal contatto cellula-cellula e potrebbe implicare il signalling di CTLA-4 tra le cellule T vicine. Queste cellule TReg possono essere espanse in vitro e mostrano una capacità soppressiva simile a quella osservata in ex vivo con linfociti T CD8 + HLA-DR +. L'elevata frequenza di cellule T CD8+ e HLA-DR+, che sono state rilevate dal gruppo di ricerca in pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule, merita un successivo lavoro per confermare il loro effetto putativo di soppressori all'interno del tumore.

Fonte: J Immunol. 2014 Sep 26. pii: 1401490. 

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo