Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 17 settembre 2019
  |   Accedi
News

Nuovi parametri per determinare qualità e stabilità genica delle Staminali Mesenchimali

Il potenziale terapeutico delle Cellule Staminali Mesenchimali (MSCs) esige garanzia di qualità, sicurezza e stabilità genetica. I blebs nucleari (NBs) e la presenza di micronuclei (MN) sono considerati come marker di cancerogenicità, ed un aumento del loro numero è associato con ad un fenotipo maligno ed anche ad altri disordini patologici. Tuttavia, lo status dei NBs e MNs nelle MSCs non è mai stato ben descritto. 

Il potenziale terapeutico delle Cellule Staminali Mesenchimali (MSCs) esige la garanzia qualità, sicurezza e stabilità genetica. I blebs nucleari (NBs) e la presenza di micronuclei (MN) sono considerati come marker di cancerogenicità, ed un aumento del loro numero è associato con ad un fenotipo maligno ed anche altri disordini patologici. Tuttavia, lo status dei NBs e MNs nelle MSCs non è mai stato ben descritto. Quindi, i ricercatori del gruppo di Shikha Sharma e Ramesh Bhonde, hanno esaminato la frequenza di NBs e MNs in MSCs derivate da cordone ombelicale (UC-MSCs) e placenta (PD-MSCs),  evidenziando delle differenze in base proprio alla loro origine. Considerando campioni provenenti da uno stesso paziente, il numero di NBs e MNs è sempre stato trovato minore nelle UC-MSCs che nelle PD-MSCs. Inoltre hanno osservato che il numero NBs è inversamente proporzionale alla proliferazione delle cellule.  La crio-consevazione delle MSCs per 6 mesi porta ad un incremento di entrambe le NBs e MNs rallentando così il loro tasso di proliferazione rinascita. Le MSCs da entrambi le fonti aventi un più alto numero di NBs e MNs mostrano una fase S più lunga e una tendenza maggiore all’arresto del ciclo cellulare in G2-M, senza però alterare il loro  cluster di differenziamento (CD). Questa caratteristica si mostra coerente con la sovra-regolazione dei geni checkpoint del ciclo cellulare (quali p53, p21, Gadd45, ATM, ATR, CHEK2, p27, p16 e p10). In conclusione, i dati dimostrano per la prima volta l'importanza di controllare il verificarsi di NBs e MNs  nelle MSC prima di utilizzarle per la terapia cellulare, come misura di controllo di qualità per verificare la loro stabilità genetica.

Fonte: J Cell Physiol. 2014 Sep 4. doi: 10.1002/jcp.24789.

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo