Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 25 giugno 2019
  |   Accedi
News

Staminali cordonali nel trattamento di complicanze associate a fratture ossee: single case report

Pseudoartrosi e danneggiamento sono le complicanze più severe che si possono manifestare a seguito di fratture ossee. In questo report vengono presentati gli esiti clinici di un paziente affetto da entrambe le complicanze e sottoposto ad infusione intravenosa di cellule staminali da cordone ombelicale mesenchimali precedentemente espanse. A seguito del trattamento, il paziente ha mostrato riflessi, un aumento del tono e della forza muscolare, la scomparsa del divario osseo della fattura nonché un aumento della velocità di conduzione dei nervi. A distanza di un anno dal trapianto l'evoluzione clinica si è mantenuta favorevole e nessun effetto collaterale è stato osservato. Complessivamente, questi esiti consentono di poter presupporre l'utilizzo di staminali mesenchimali del cordone ombelicale nel trattamento delle complicanze associate a fratture ossee. Nuove indagini risultano quindi necessario.
Pseudoartrosi e danneggiamento sono le complicanze più severe che si possono manifestare a seguito di fratture ossee. In questo report vengono presentati gli esiti clinici di un paziente affetto da entrambe le complicanze e sottoposto ad infusione intravenosa di cellule staminali da cordone ombelicale mesenchimali precedentemente espanse. A seguito del trattamento, il paziente ha mostrato riflessi, un aumento del tono e della forza muscolare, la scomparsa del divario osseo della fattura nonché un aumento della velocità di conduzione dei nervi. A distanza di un anno dal trapianto l'evoluzione clinica si è mantenuta favorevole e nessun effetto collaterale è stato osservato. Complessivamente, questi esiti consentono di poter presupporre l'utilizzo di staminali mesenchimali del cordone ombelicale nel trattamento delle complicanze associate a fratture ossee. Nuove indagini risultano quindi necessario.
Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo