Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!
 
Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente


Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
martedì 17 settembre 2019
  |   Accedi
News

Inibizione della tumorigenicità del carcinoma esofageo con staminali da cordone ombelicale

In questo studio sperimentale è stato valutato l'effetto sulla tumorigenesi della fusione di cellule staminali mesenchimali da cordone ombelicale con cellule ottenute da carcinoma esofageo. I risultati ottenuti indicano che a seguito della fusione si sono originati ibridi caratterizzati da un declino della crescita cellulare, da una aumentata apoptosi e da una attività tumorigena soppressa. Confrontando l'espressione genica tra le staminali mesenchimali umane, le cellule tumorali e gli ibridi, è stato rilevato che il processo di fusione ha promosso sia l'attivazione dell'apoptosi sia una transdifferenziazione benigna delle cellule tumorali piuttosto che una loro riprogrammazione. In aggiunta, negli ibridi, è stata osservata una overespressione di DUSP6/MKP3 (afferente alla pathway MAPK) cui è associata la capacità di determinare una soppressione della crescita tumorale.

In questo studio sperimentale è stato valutato l'effetto sulla tumorigenesi della fusione di cellule staminali mesenchimali da cordone ombelicale con cellule ottenute da carcinoma esofageo. I risultati ottenuti indicano che a seguito della fusione si sono originati ibridi caratterizzati da un declino della crescita cellulare, da una aumentata apoptosi e da una attività tumorigena soppressa. Confrontando l'espressione genica tra le staminali mesenchimali umane, le cellule tumorali e gli ibridi, è stato rilevato che il processo di fusione ha promosso sia l'attivazione dell'apoptosi sia una transdifferenziazione benigna delle cellule tumorali piuttosto che una loro riprogrammazione. In aggiunta, negli ibridi, è stata osservata una overespressione di DUSP6/MKP3 (afferente alla pathway MAPK) cui è associata la capacità di determinare una soppressione della crescita tumorale.

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo