Effetti di IGF-1 su differenziazione neuronale di staminali mesenchimali del cordone

Categories: News | Author: Sara | Posted: 29/04/2016 | Views: 1758
Cellule staminali mesenchimali (MSC-UC) derivate dal cordone ombelicale umano hanno dimostrato di avere il potenziale per essere applicate nel trattamento di diversi tipi di malattie. Negli ultimi anni, alcuni scienziati hanno differenziato delle cellule staminali in cellule progenitrici neurali (NPC) con successo, fornendo una nuova fonte di cellule per la terapia delle malattie neurale. Tuttavia, i metodi di differenziazione devono ancora essere perfezionati per l’applicazione di queste in studi clinici in futuro.
In questo studio di Lei Zhao e colleghi, insulin-like growth factor-1 (IGF-1) è stato controllato per migliorare la differenziazione neuronale delle UC-MSC.

La sovraespressione di IGF-1 nelle UC-MSC (UC-MSC-IGF-1) è stata stabilita attraverso infezione retrovirale, e le cellule sono state ulteriormente differenziate in NPC attraverso l'induzione neurale. La capacità di proliferazione e differenziazione delle NPC UC-MSCs derivate, ​​sono state valutate e i meccanismi di segnalazione associati sono stati ulteriormente analizzati con RNA microarray e qPCR.
Rispetto alle NPC da UC-MSC normali, le NPC derivati ​​da UC-MSC-IGF-1 erano in possesso di una migliore capacità di proliferazione e più cellule Pax6-positive e Nestin-positive. Inoltre, le NPC UC-MSC-IGF-1 derivate ​​possono differenziarsi in astrociti con maggiore efficienza durante il processo di differenziazione terminale in vitro. Le analisi sull’RNA hanno indicato che alcuni geni chiave associati con la differenziazione neuronale e la proliferazione sono stati sovra-regolati. Infine, NPC da UC-MSC-IGF-1 trasfettate con IGF-1-siRNA hanno mostrato una diminuzione della capacità di proliferazione e differenziazione in astrociti.

Questo studio ha indicato che l'IGF-1 potrebbe migliorare la differenziazione neuronale di UC-MSC umane e ha fornito una nuova strategia per migliorare la differenziazione dei astrociti da NPC derivate da UC-MSC.

 

Fonte: doi: 10.1016 / j.lfs.2016.03.001