Modulazione transitoria dell'espressione genica in staminali emopoietiche umane

Categories: News | Author: Sara | Posted: 20/01/2016 | Views: 974

La modulazione dell'espressione genica è uno strumento utile per studiare la biologia delle cellule staminali e progenitrici ematopoietiche (HSPCs) e potrebbe anche rappresentare un ottimo strumento per espandere queste cellule a scopi terapeutici. La maggior parte degli studi finora compiuti, hanno utilizzato tecniche di modificazione genetica stabile mediante vettori virali, onerosi quando si parla di traslare tali studi in clinica. Lo studio di Yvonne Diener è stato volto a esplorare nuovi modi per modificare transitoriamente l'espressione genica di HSPC utilizzando molecole che non si integrano basate su RNA.

La modulazione dell'espressione genica è uno strumento utile per studiare la biologia delle cellule staminali e progenitrici ematopoietiche (HSPCs) e potrebbe anche rappresentare un ottimo strumento per espandere queste cellule a scopi terapeutici. La maggior parte degli studi finora compiuti, hanno utilizzato tecniche di modificazione genetica stabile mediante vettori virali, onerosi quando si parla di traslare tali studi in clinica. Lo studio di Yvonne Diener è stato volto a esplorare nuovi modi per modificare transitoriamente l'espressione genica di HSPC utilizzando molecole che non si integrano basate su RNA.

In primo luogo, sono stati testati diversi metodi per fornire queste molecole alle HSPCs. La trasfezione con siRNA tramite metodi chimici come lipofezione con polimeri non ha portato a un 100% di efficacia, anche se sono state osservate cellule fluorescenti di cui oltre il 90% recanti il siRNA con fluorocromo accoppiato. L’analisi al microscopio confocale ha rivelato che, nonostante vasti lavaggi, i siRNA sono rimasti bloccati nella superficie cellulare, simulando così un evento trasfezione. Al contrario, l’elettroporazione ha portato ad efficiente knockdown delle proteine  siRNA-mediato. Per ottenere la sovraespressione transiente di proteine, sono state usate ottimizzato molecole di mRNA modificate al 5'- e 3'-UTR. L’elettroporazione di mRNA GFP ha portato ad un aumento dell’espressione delle proteine veloce, efficiente e persistente ​​per almeno sette giorni.

I dati forniscono un confronto ad ampio raggio di metodi di trasfezione di cellule di difficile trasfezione e offrono nuove opportunità svincolate dal DNA, evitando così l’integrazione dello stesso, per modulare i geni in HSPCs.

 

Fonte:  doi: 10.1038 / srep17184