Scoperti nuovi meccanismi che aumentano la senescenza di staminali mesenchimali

Categories: News | Author: Sara | Posted: 19/01/2016 | Views: 1499

La senescenza cellulare e il suo fenotipo secretorio (fenotipo secretorio senescenza-associato [SASP]) si sviluppano dopo l'espansione delle cellule mesenchimali stromali (MSC) a lungo termine. È necessaria un'ulteriore indagine su questo fenotipo al fine di migliorare l'efficacia terapeutica delle terapie cellulari a base di MSC. 
Il team di Jin Hye Jin hanno dimostrato che il feedback positivo tra processi di senescenza e SASP gioca un ruolo cruciale nella senescenza delle MSC derivate dal sangue del cordone ombelicale umano (UCB-MSC).


La senescenza cellulare e il suo fenotipo secretorio (fenotipo secretorio senescenza-associato [SASP]) si sviluppano dopo l'espansione delle cellule mesenchimali stromali (MSC) a lungo termine. È necessaria un'ulteriore indagine su questo fenotipo al fine di migliorare l'efficacia terapeutica delle terapie cellulari a base di MSC. Il team di Jin Hye Jin hanno dimostrato che il feedback positivo tra processi di senescenza e SASP gioca un ruolo cruciale nella senescenza delle MSC derivate dal sangue del cordone ombelicale umano (UCB-MSC).

MCP-1 risulta essere secreta come componente dominante del SASP durante l'espansione di UCB-MSC e rafforza la senescenza attraverso il suo recettore CCR2, attivando la cascata ROS-p38-MAPK-p53/p21 sia in un modo autocrino e paracrino. La p53 attivato a sua volta aumentata secrezione di MCP-1, con conseguente formazione di un ciclo di feed-forward che attiva maggiormente la senescenza delle UCB-MSC. Di conseguenza, un silenziamento di CCR2 in UCB-MSC migliora significativamente la loro capacità terapeutica. Inoltre, BMI1, una proteina Polycomb, è in grado di reprimere l'espressione di MCP-1 legandosi ai suoi elementi regolatori. La riduzione dei livelli di BMI1 durante la senescenza delle UCB-MSC altera lo stato epigenetico di MCP-1, tra cui la perdita di H2AK119Ub, e porta alla de-repressione di MCP-1.

In conclusione, tali risultati forniscono la prima prova a sostegno dell'esistenza di SASP come un processo che contribuisce alla senescenza delle UCB-MSC, e rivelano un collegamento tra la regolazione epigenetica e la comparsa del fenotipo secretorio senescenza-associato.

 

Fonte: doi: 10,1089 / ars.2015.6359.