Cellule derivate dal cordone promuovono formazione delle sinapsi e crescita neuriti

Categories: News | Author: Sara | Posted: 27/12/2015 | Views: 1175
La terapia cellulare rappresenta un grande potenziale per il trattamento dei disturbi neurologici. Le cellule derivate dal sangue del cordone ombelicale umano (hUTCs) hanno mostrato di avere effetti protettivi e rigenerativi in ​​modelli animali di ictus e di degenerazione della retina, ma i meccanismi terapeutici non sono ancora del tutto conosciuti. 

La terapia cellulare rappresenta un grande potenziale per il trattamento dei disturbi neurologici. Le cellule derivate dal sangue del cordone ombelicale umano (hUTCs) hanno mostrato di avere effetti protettivi e rigenerativi in ​​modelli animali di ictus e di degenerazione della retina, ma i meccanismi terapeutici non sono ancora del tutto conosciuti. 

Dal momento che disfunzione sinaptica, perdita delle sinapsi, degenerazione dei processi neuronali, e morte neuronale sono le caratteristiche delle malattie neurologiche e delle degenerazioni retiniche, Sehwon Koh e colleghi hanno testato se le hUTCs contribuiscano o meno alla riparazione dei tessuti e alla rigenerazione, stimolando la formazione delle sinapsi, la crescita dei neuriti, e la sopravvivenza neuronale.
Per farlo, il gruppo di ricerca ha utilizzato un sistema di coltura di cellule della retina di topo (cellule gangliari, nello specifico) e hanno scoperto che le hUTCs secernono fattori che promuovono fortemente la connettività sinaptica eccitatoria e migliorano la sopravvivenza neuronale. Inoltre, hanno dimostrato che le hUTCs sostengono la crescita dei neuriti in normali condizioni di coltura e in presenza delle proteine ​​che inibiscono la crescita e proteoglicani, proteine della mielina, o Nogo-A (reticulon 4). Inoltre, attraverso il frazionamento biochimico e la farmacologia, sono stati individuati i principali fattori sinaptogenici secreti dalle cellule derivate dal cordone come le proteine ​​della famiglia della trombospondina (FST), TSP1, tsp2 e TSP4 e altri fattori neurotrofici. Complessivamente tali risultati dimostrano che le hUTCs influenzano molteplici aspetti della salute e della connettività neuronale attraverso fattori secreti, e ciascuno di questi effetti paracrini potrebbe contribuire individualmente alla funzione terapeutica di queste cellule.


Fonte: doi: 10,1523 / JNEUROSCI.1364-15.2015