Metodo semplice, rapido ed efficiente per isolare staminali mesenchimali da cordone ombelicale

Categories: News | Author: Sara | Posted: 20/09/2015 | Views: 908
Diversi articoli sono stati pubblicati sull'isolamento, la cultura e l'identificazione delle cellule staminali mesenchimali (MSC) provenienti da diverse regioni anatomiche del cordone ombelicale (UC)
Il cordone è un tessuto adatto per standardizzare i metodi di isolamento delle MSC perché rappresenta una fonte uniforme con alti numeri di MSC. Un aumento della domanda di cellule staminali mesenchimali in medicina rigenerativa ha fatto diventare una priorità per gli scienziati lo sviluppo di metodi sempre più efficienti per l'isolamento di MSC. Diversi gruppi di ricerca stanno cercando di fornire un gran numero di cellule staminali mesenchimali di alta qualità. 

Diversi articoli sono stati pubblicati sull'isolamento, la cultura e l'identificazione delle cellule staminali mesenchimali (MSC) provenienti da diverse regioni anatomiche del cordone ombelicale (UC)
Il cordone è un tessuto adatto per standardizzare i metodi di isolamento delle MSC perché rappresenta una fonte uniforme con alti numeri di MSC. Un aumento della domanda di cellule staminali mesenchimali in medicina rigenerativa ha fatto diventare una priorità per gli scienziati lo sviluppo di metodi sempre più efficienti per l'isolamento di MSC. Diversi gruppi di ricerca stanno cercando di fornire un gran numero di cellule staminali mesenchimali di alta qualità. 

In questo studio, Mehdi Banitalebi Dehkordi e colleghi hanno presentato un metodo espianto enzima modulato (MEEM) per isolare il numero massimo di MSC da un intero cordone. Questo metodo è stato stabilito per l'isolamento delle MSC provenienti da diverse regioni anatomiche dell'UC. Da 6 a 10 milioni di cellule staminali mesenchimali potrebbero essere recuperate durante 8-10 giorni di coltura primaria. Dopo 3 passaggi, potremmo essere ottenute ben 8-10x10^8 cellule, in 28-30 giorni. 
Le MSC isolate da questo metodo esprimono CD73, CD90, CD44 e CD105, ma non esprimono i marcatori emopoietici CD34 e CD45 o il marcatore endoteliale CD31. I geni SOXS2, Oct4 e Nanog sono espressi in MSC isolate. La capacità di queste cellule staminali mesenchimali di differenziarsi in adipociti e osteociti mette in evidenza la loro applicazione in medicina rigenerativa. 

Questo metodo è semplice, riproducibile e conveniente. Inoltre, questo metodo è adatto per la produzione di un gran numero di cellule staminali mesenchimali di alta qualità da un UC in meno di un mese, così che queste possano essere utilizzate per la terapia cellulare.



DOI: http://dx.doi.org/10.3727/096368915X688911