GDF-15 secreto da staminali del cordone promuove neurogenesi e attività sinaptica in Alzheimer

Categories: News | Author: Sara | Posted: 18/08/2015 | Views: 886
Gli studi di Dong Hyun Kim, hanno dimostrato che il trapianto nell’ippocampo, di cellule staminali mesenchimali derivate dal sangue del cordone ombelicale (hUCB-MSC) in un modello murino per la malattia di Alzheimer (AD), riduce la proteina β-amiloide(Ap) e migliora la funzione conoscitiva attraverso un’azione paracrina . 
A causa della durata limitata delle hUCB-MSC dopo il loro trapianto, l'estensione ella loro efficacia è essenziale per scopi di trattamento. 

Gli studi di Dong Hyun Kim, hanno dimostrato che il trapianto nell’ippocampo, di cellule staminali mesenchimali derivate dal sangue del cordone ombelicale (hUCB-MSC) in un modello murino per la malattia di Alzheimer (AD), riduce la proteina β-amiloide(Ap) e migliora la funzione conoscitiva attraverso un’azione paracrina . 
A causa della durata limitata delle hUCB-MSC dopo il loro trapianto, l'estensione ella loro efficacia è essenziale per scopi di trattamento. 

In questo nuovo articolo, lo stesso gruppo dimostra che iniezioni ripetute a livello della cisterna magna di hUCB-MSC, attivano la neurogenesi ippocampale ​​endogena e i livelli di Aβ42 risultano significativamente ridotti.
Al fine di individuare i fattori paracrini rilasciati dalle hUCB-MSC che hanno stimolato la neurogenesi endogena nel giro dentato, hanno messo in co-coltura cellule staminali neurali (NSC) di topo adulto con hUCB-MSC e analizzato i media. Il fattore di crescita/differenziazione 15 (GDF-15) è stato visto aumentare. La soppressione di GDF-15 in hUCB-MSC con GDF-15-small interfering RNA, riduce la proliferazione delle cellule staminali neurali in co-colture. Al contrario, GDF-15 ricombinanteha arricchito la proliferazione delle NSC ippocampali e la differenziazione neuronale. La somministrazione ripetuta di hUBC-MSC ha marcatamente promosso l'espressione di marcatori in vescicole sinaptiche, tra sinaptofisina, che sono inibite nei pazienti con AD.

Presi insieme, questi risultati hanno indicato che la somministrazione ripetuta di hUCB-MSC in cisterna magna migliora la neurogenesi ippocampale endogena negli adulti e l’attività sinaptica, attraverso un fattore paracrino GDF-15, suggerendo un possibile ruolo di hUCB-MSC in future strategie di trattamento per l’AD.

Fonte: Stem Cells Dev. 2015 Jul 8