Cellule staminali del cordone ombelicale per la leucemia linfoblastica acuta

Categories: News | Author: alessio | Posted: 27/02/2011 | Views: 3510

Cellule staminali ematopoietiche, di origine allogenica, sono state infuse in 20 pazienti. In particolare 8 malati sono stati trattati con cellule staminali cordonali, mentre 12 con cellule ricavate dal midollo osseo. Al giorno del trattamento, 19 pazienti erano in prima remissione ed 1 era in seconda remissione. Nei pazienti trattati con le cellule staminali del cordone ombelicale, la stima della sopravvivenza generale a tre anni era del 100% mentre, nei malati trattati con le cellule staminali del midollo osseo, era del 49%. Complessivamente quindi, questi risultati indicano che la somministrazione allogenica di cellule staminali da cordone ombelicale ematopoietiche può essere una possibile terapia post-induzione per la cura di pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta Philadelphia positiva che non hanno fratelli donatori. 
Fonte: Biology of Blood and Marrow Transplantation

Cellule staminali ematopoietiche, di origine allogenica, sono state infuse in 20 pazienti. In particolare 8 malati sono stati trattati con cellule staminali cordonali, mentre 12 con cellule ricavate dal midollo osseo. Al giorno del trattamento, 19 pazienti erano in prima remissione ed 1 era in seconda remissione. Nei pazienti trattati con le cellule staminali del cordone ombelicale, la stima della sopravvivenza generale a tre anni era del 100% mentre, nei malati trattati con le cellule staminali del midollo osseo, era del 49%. Complessivamente quindi, questi risultati indicano che la somministrazione allogenica di cellule staminali da cordone ombelicale ematopoietiche può essere una possibile terapia post-induzione per la cura di pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta Philadelphia positiva che non hanno fratelli donatori. 
Fonte: Biology of Blood and Marrow Transplantation