Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente
  
  

Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!

Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.

giovedì 24 aprile 2014
Annuncio pubblicitario
Gratis per te, la guida più autorevole sulle cellule staminali del cordone ombelicale
Scritta in collaborazione con i ricercatori della Harvard Medical School di Boston.
Clicca qui per riceverla
Donazione cordone ombelicale e conservazione privata: note sulla legislazione italiana
Donazione cordone ombelicale e conservazione privata sono regolamentate in Italia dal decreto ministeriale del 18 novembre 2009 “Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo-dedicato”. In tale decreto viene stabilito che è legalmente possibile conservare le cellule del cordone ombelicale per i seguenti utilizzi:

- “per uso allogenico, cioè in favore di persone diverse da quelle da cui le cellule sono prelevate, a fini solidaristici, in strutture pubbliche a ciò preposte”

- “per uso dedicato al neonato con patologia in atto al momento della nascita o evidenziata in epoca prenatale, o per uso dedicato a consanguineo con patologia in atto al momento della raccolta o pregressa, per la quale risulti appropriato l'utilizzo di cellule staminali da sangue cordonale, previa presentazione di motivata documentazione clinico sanitaria”

- “per uso dedicato nel caso di famiglie a rischio di avere figli affetti da malattie geneticamente determinate per le quali risulti appropriato l'utilizzo di tali cellule, previa presentazione di motivata documentazione clinico sanitaria rilasciata da un medico specialista nel relativo ambito clinico. In questi ultimi casi si tratta di “donazione dedicata” e le cellule staminali, conservate gratuitamente nelle banche italiane, sono ad esclusiva disposizione del soggetto al quale sono state dedicate in ragione della sua patologia. L'elenco delle patologie, per le quali è consolidato l’uso per il trapianto di cellule staminali emopoietiche è riportato in allegato al decreto”.

Inoltre il ministero della Salute Italiano, congiuntamente con quanto previsto dall’Accordo Stato Regioni del 29 aprile 2010, consente di esportate all’estero, per uso personale, il campione di sangue del cordone ombelicale prelevato al momento della nascita. Per procedere all’esportazione i genitori dovranno necessariamente ottenere un apposito nulla osta facendone richiesta a Regioni o a Province autonome territorialmente competenti. In particolare, per l’ottenimento del nulla osta sarà necessario compilare uno specifico modulo in cui i genitori devono:

- Dichiarare il paese in cui verrà conservato il campione di sangue raccolto

- Comunicare la data presunta del parto 

- Allegare gli esiti di analisi sierologiche eseguite entro l’ultimo mese di gravidanza, nei quali dovrà essere confermata la negatività verso i markers di epatite B, C ed HIV

- Allegare le certificazione attestante l’avvenuto consuelling con il Centro Nazionale Trapianti.




Annuncio pubblicitario
Conservazione cellule staminali del cordone ombelicale?
Scegli la qualità di Sorgente a un prezzo estremamente vantaggioso.
Sorgente è la banca scelta anche da Elisabetta Gregoraci.
www.sorgente.com