Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente
  
  

Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!

Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
domenica 10 dicembre 2017
  |   Accedi
Leggi i contenuti che seguono ed approfondirai la tua conoscenza sulle cellule staminali
In questa sezione troverai dettagliati approfondimenti scientifici sulle cellule staminali da cordone ombelicale; in particolare, nei contenuti che proporremo verrà dato risalto agli aspetti clinici e sperimentali. Ti invitiamo a rimanere sempre aggiornato sulle novità dal mondo delle cellule staminali consultando periodicamente questa pagina o sottoscrivendo gratuitamente il feed rss che potrai anche includere nel tuo sito web.
Approfondimenti

Uso clinico autologo delle cellule staminali da cordone ombelicale in malattie endocrine

L’incidenza del diabete di tipo 1 (o giovanile) e’ di 1 ogni 1000 bambini nati. Il diabete tipo 1 causa una distruzione delle cellule nelle insule pancreatiche responsabili della produzione di insulina e la malattia e’ associata ad una serie di complicanze quali malattie cardiache, vascolari, renali e periferiche. Uno studio clinico di fase I, eseguito in Florida su 23 bambini affetti da diabete di tipo 1, ha rivelato che la somministrazione di staminali da cordone ombelicale autologhe induce un miglioramento nella gestione e nel controllo del glucosio nel sangue e resetta la risposta autoimmunitaria aberrante (1). É attualmente in corso la fase II di tale studio con l’obiettivo di verificare se l’infusione intravenosa di cellule staminali cordonali autologhe, seguita da 1 anno di somministrazione giornaliera di vitamina D ed Omega 3, preserva la funzionalità delle beta cellule in bambini affetti da diabete di tipo 1. In aggiunta, presso il “Forschergruppe Diabetes der Technischen Universität” (Monaco, Germania) è in corso un trial clinico con lo scopo, mediante trasfusione di cellule cordonali autologhe in bambini affetti da diabete di tipo I, di rigenerare le isole pancreatiche producenti insulina. Un ulteriore obiettivo di questo trial è quello di monitorare la migrazione delle cellule trasfuse e di studiare i potenziali cambiamenti, metabolici ed immunitari, coinvolti nella rigenerazione delle insule.

L’incidenza del diabete di tipo 1 (o giovanile) e’ di 1 ogni 1000 bambini nati. Il diabete tipo 1 causa una distruzione delle cellule nelle insule pancreatiche responsabili della produzione di insulina e la malattia e’ associata ad una serie di complicanze quali malattie cardiache, vascolari, renali e periferiche. Uno studio clinico di fase I, eseguito in Florida su 23 bambini affetti da diabete di tipo 1, ha rivelato che la somministrazione di staminali da cordone ombelicale autologhe induce un miglioramento nella gestione e nel controllo del glucosio nel sangue e resetta la risposta autoimmunitaria aberrante (1). É attualmente in corso la fase II di tale studio con l’obiettivo di verificare se l’infusione intravenosa di cellule staminali cordonali autologhe, seguita da 1 anno di somministrazione giornaliera di vitamina D ed Omega 3, preserva la funzionalità delle beta cellule in bambini affetti da diabete di tipo 1. In aggiunta, presso il “Forschergruppe Diabetes der Technischen Universität” (Monaco, Germania) è in corso un trial clinico con lo scopo, mediante trasfusione di cellule cordonali autologhe in bambini affetti da diabete di tipo I, di rigenerare le isole pancreatiche producenti insulina. Un ulteriore obiettivo di questo trial è quello di monitorare la migrazione delle cellule trasfuse e di studiare i potenziali cambiamenti, metabolici ed immunitari, coinvolti nella rigenerazione delle insule.

   Scarica il documento in pdf

Bibliografia

1. Francese R, Fiorina P: Immunological and regenerative properties of cord blood stem cells. Clin Immunol 136:309-322

Print Bookmark and Share

Return to previous page

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo